Auguri Orecchio Acerbo!

Orecchio Acerbo festeggia il suo 150° titolo

Oggi è la festa di Orecchio Acerbo. Avevo pronto un post su un libro di un altro editore, ma oggi voglio parlare solo dei nostri amici romani che fanno da anni uno splendido lavoro.

Vi propongo una serie di post vecchiotti e più recenti dedicati ai loro bellissimi libri.

A presto!

 

 

http://www.comemarcovaldo.it/uovo-meraviglioso/

http://www.comemarcovaldo.it/dove-vanno-i-fiori-durante-linverno/

http://www.comemarcovaldo.it/per-prendere-le-cose-nel-modo-giusto/

http://www.comemarcovaldo.it/babau-cerca-casa/

 

 

Chiara Pasticcera: e io mi riposo

54 ricette da preparare senza l’aiuto degli adulti e senza fornelli né elettrodomestici

Chiara Pasticcera

di Alessandro Corallo

Falzea Editore

Pagg. 224

Età di lettura: dai 7 anni

 

 

 

“Ma davvero, davvero? Posso cucinare io senza il tuo aiuto? Cioè faccio tutto da sola e tu guardi e basta?”

“Se vuoi non guardo nemmeno. Mi chiami quando hai finito.”

Non può crederci la mia “ragazza” quando le porto a casa “Chiara Pasticcera” e le spiego che è un libro di ricette un po’ speciale. Non il solito ricettario in cui la mamma fa quasi tutto e il bambino/la bambina collabora. Questa volta non si usano fornelli, né elettrodomestici.

Le ricette di Chiara sono veramente a portata di bambino, forse perché Chiara è una bambina in carne e ossa, che sperimenta in cucina quello che le ha insegnato la nonna e aggiunge un po’ della sua fantasia.

Oltre ovviamente all’autonomia che è un potente fertilizzante dell’autostima e non guasta mai, un altro aspetto che mi piace molto di questo libro, è il ritorno alla manualità.

Quando ero bambina e aiutavo la mia mamma a fare le torte, non si versavano tutti gli ingredienti nel mixer, e tac, la torta è fatta. No, no. Grembiulino, ciotola sulle ginocchia, cucchiaio di legno, e via a mescolare ben bene in attesa del premio finale (il permesso di leccare il cucchiaio e pulire la ciotola con le dita..).

Con “Chiara pasticcera” ricompare un utensile ormai in disuso: lo sbattitore a manovella. Certo, si fa meno fatica con le fruste elettriche, ma meglio non lasciare soli i bambini con gli elettrodomestici. E poi visto che si parla tanto di risparmio energetico… 

Allora, che ne direste di un bel Tiramisù alla yogurt? Oppure una bella fetta di Anguria felice? O magari l’intramontabile Salame di cioccolato?

  

I dessert preparati da Chiara hanno un aspetto molto invitante e sono perfetti anche per le festicciole tra amiche. Tra una ricetta e l’altra, si raccontano un po’ di avventure di Chiara, che insieme alle sue amiche ha fondato Il “Dolce Club”.

Le ricette sono 54. Una per ogni week-end dell’anno.

E ora scusate, vado a spaparanzarmi sul divano, e magari mi faccio persino la manicure. Alla cucina ci pensa mia figlia!