Il mistero delle fiabe divorate

Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Chi si è sbafato la mela di Biancaneve? E la zucca di Cenerentola?

 

“Il mistero delle fiabe divorate”

di Carolina D’Angelo

Illustrazioni di Andrea Rivola

Kite editore

Pagine 32, a colori

Età di lettura: dagli 8 anni

 

Cielo color grigio noia questo fine settimana in Romagna, ma io ho trovato un colorato rifugio tra le pagine de: Il mistero delle fiabe divorate. Fa parte del mio bottino dalla Fiera del libro di Bologna. La storia è avvincente, le illustrazioni di Andrea Rivola traboccano di talento. Mia figlia me lo fa leggere tutte le sere da giorni e giorni e non mi è ancora venuto a noia.

 

Provate a immaginare Biancaneve senza la sua mela avvelenata. Qualcuno gliel’ha rubata. Meglio così, direte voi. Invece no, Biancaneve grida disperata, perché sa che così non si sposerà (evidentemente non pensa a tutte le camice da stirare che avrebbe poi, ma nessuna lo fa..).

 

E quindi tutti rincorrono il furfante: i sette nani, il cacciatore, persino lo specchio parlante.

 

Giovanna, la proprietaria del libro, viene svegliata dalle grida della giunonica Biancaneve,

 

ma avvicinandosi alla libreria della sua cameretta, si accorge che altre grida provengono da altri libri.

Giacomo non ha più i suoi fagioli magici. Cenerentola è rimasta a piedi: qualcuno ha sgraffignato la sua zucca! E vogliamo parlare dei poveri Hansel e Gretel, rimasti senza la zuccherosissima casetta in mezzo al bosco? Chi può aver divorato un’intera fabbrica di cioccolato?

Come per tutti i “gialli” che si rispettino, non posso fornire ulteriori indizi. Magari solo uno: il colpevole è un gigante, figlio di un altro gigante, entrambi nati qualche secolo fa dalla penna di François Rabelais.

Lo riconoscete?

(immagini coperte da copyright)

 

 

 

 

 


Share the joy
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

3 pensieri su “Il mistero delle fiabe divorate

  1. Cara Laura, grazie per la ‘gustosa’ recensione. E ringrazia anche tua figlia per le sue scelte della buonanotte. Anche se, noi autori per l’infanzia dobbiamo essere grati sempre e comunque a voi genitori che acquistate e leggete libri ai vostri piccoli. Come dicava D.Pennac leggere ad alta voce per qualcuno è un atto d’amore. Spero che Il Mistero delle Fiabe Divorate non vi venga mai a noia. Con amicizia, Carolina D’Angelo

    • Carolina grazie mille! È un onore averti su Come Marcovaldo. Trovo che il tuo libro dia spunti molto interessanti per raccontare tante storie e poi la citazione del personaggio di Rabelais è un tocco di classe. Grazie ancora per questa bella storia, e non temere, ho prestato “il mistero delle fiabe divorate” a un’amica per due gg e Emma era già in astinenza. Per favore segnalami quando scrivi un altro libro. A presto! Laura

  2. Pingback: Le più belle recensioni 7-13 aprile -

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>