I cinque malfatti

“I cinque malfatti”

di Beatrice Alemagna

Editore Topipittori

Pagine 40

Età di lettura: dai 5 anni

 

 

 

Da ragazzina ero una secchiona. Di quelle vere.

Studiavo, studiavo, studiavo. E mi piaceva pure.

Non credevo che questa “sventura” fosse geneticamente trasmissibile. Invece sì. Insieme all’allergia per le graminacee ho passato alla mia bambina questa manìa per la perfezione. Pacchetto completo.

Certo sono felice che “si applichi”, che “mostri interesse per gli argomenti trattati”, che… Ma fin da piccoli bisogna imparare a prendere gli eventuali insuccessi con leggerezza. Non si può saper fare tutto.

E qui arrivano in mio aiuto i prodi Topittori pubblicando un altro libro della talentuosa Beatrice Alemagna: “I cinque malfatti” (certo che pure lei però non mi sbaglia un libro..)


Uno è bucato, l’altro è piegato in due, poi c’è quello molle, il quarto è capovolto, naso in giù e gambe in su, e il quinto è semplicemente sbagliato.

Non male come protagonisti…

Malgrado le loro stranezze, questi cinque strani individui se la passano piuttosto bene. Finché un giorno alla porta bussa un tipo Perfetto.

 

 E cosa vuole? Come reagiranno i malfatti alle sue critiche?

Vi basti sapere che il bucato non si arrabbia mai, perché la rabbia gli passa attraverso, e il capovolto può vedere le cose che gli altri non vedono. E quello sbagliato? Sbagliato è il mio eroe: quando incredibilmente gli riesce qualcosa, si fa festa.

 

Un libro per bambini dai 5 anni, per capire che si vive bene anche se non si è perfetti, e magari riderci su. Ogni difetto può nascondere una virtù.

Non sto nemmeno a sottolineare che le illustrazioni sono fantastiche. Lo vedete da soli.

La luna non si compra

“La luna non si compra”

di Natalie Babbitt

Editore: Rizzoli

Pagine 159

Età di lettura: da 10 anni

  

Beatrice gli sorrise. “Qualunque cosa abbiano da dire gli altri, stai parlando della tua vita, Joe Casimir. La tua e di nessun altro. E devi farci quello che vuoi veramente tu.”

Joe Casimir, non sapevo ancora niente di te quando ho letto questa frase sulla quarta di copertina, ma ti ho invidiato. Non sempre trovi una “Beatrice” che ti dà questo prezioso consiglio, che ti fa sembrare facile un’ardua scelta.

Scusate l’assenza ma mi sono lasciata fagocitare dalle ultime 200 pagine di “Marina Bellezza” di Silvia Avallone e non ce n’era per nessuno. Sembravo una bambina di dieci anni davanti all’episodio “clou” di Violetta. Ma rieccomi, con questo bel libro per ragazzi, di cui vi ho anticipato il “succo”. Joe Casimir è un ragazzino che ha perso i genitori quando era ancora piccolissimo. Unici parenti rimasti: la nonna, con cui vive, e una zia che abita in un’altra città. Quando la nonna ha un infortunio, Joe deve trasferirsi per alcune settimane dalla zia, che tra l’altro non ha mai visto prima. Qui farà nuove conoscenze e soprattutto gli verrà offerta un’opportunità da molti considerata forse imperdibile, e non sarà facile per Joe prendere una decisione.

Si parla di amicizia, di amore, dell’importanza di seguire i propri sogni. Sempre e comunque.

Almeno a 10 dieci anni, lasciamoli giocare la loro partita.

Evviva.